Sono ben 385 le spiagge italiane che nel 2019 potranno fregiarsi dell’ambita Bandiera Blu. Il riconoscimento che certifica la qualità delle acque balneabili rilasciato dalla Foundation for Environmental Education è stato assegnato anche quest’anno alle località che si contraddistinguono per l’attenzione al rispetto ambientale e alla sostenibilità delle proprie aree costiere.

Le spiagge italiane, di mare o di lago, che hanno ricevuto il riconoscimento sono state selezionate dalla FEE, in collaborazione con le Agenzie regionali per la protezione ambientale, valutando 32 parametri: non è solo la pulizia dell’acqua ad essere presa in considerazione, ma entrano in gioco anche molte altre variabili come la presenza di piste ciclabili, la raccolta differenziata dei rifiuti e i sistemi di depurazione delle acque reflue.
Tra i criteri di selezione delle spiagge, infatti, viene espressamente citata la “conformità alle Direttive sul trattamento delle acque reflue e sulla qualità delle acque di scarico.” Viene specificato, poi, che “nessuno scarico di acque reflue urbane o industriali deve interessare l’area della spiaggia.

Le Bandiere Blu di casa nostra per il 2019 sono 7 in più rispetto a quelle del 2018, suddivise in ben 183 comuni, con un numero tale da rendere l’Italia uno dei Paesi più premiati al mondo.
La regione italiana che ha ottenuto il maggior numero di Bandiere Blu per il 2019 è la Liguria, con 30 spiagge di cui 3 entrate proprio quest’anno, seguita dalla Toscana con 19 e dalla Campania con 18 località.
La Bandiera Blu è stata assegnata per la prima volta nel 1987, quando si è celebrato l’Anno Europeo dell’Ambiente. Ad oggi sono ben 49 i Paesi in cui il riconoscimento viene assegnato.

Condividi questo post
Desideri ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi?
contattaci