I 3 principali motivi per depurare le acque reflue in questo settore:
Scarica la brochure
  • 1. È opportuno dotarsi di un sistema efficiente con impianti interrati, carrabili e compatti realizzati sotto parcheggi o in tratti di viabilità

  • 2. Avere supporto per la documentazione necessaria ad ottenere autorizzazioni

  • 3. Vige l'obbligo di gestire le acque reflue a norma di legge

Maggiori informazioni:

 

Le recenti normative di difesa del suolo e tutela delle acque impongono il trattamento degli scarichi industriali prima del loro convogliamento nel corpo idrico recettore.

In particolare il D.L. n° 152 del 03/04/2006 considera come scarichi industriali le acque reflue che provengono da dilavamento di piazzale impermeabilizzato tipo:

  • depositi di rottamazione;
  • aree di servizio;
  • aree di sosta;
  • aree di rifornimento carburanti;
  • autorimesse coperte con più di 9 posti auto.

 
Tali acque devono essere separate da liquidi leggeri quali gasolio, oli, carburanti e da materiali in dispersione. Depur Padana Acque è stata tra le prime aziende a proporre il trattamento delle acque provenienti da piazzali impermeabilizzati, con la realizzazione di impianti la cui costruzione risulta certificata in conformità della Norma UNI-EN 858 I & II.

L’esperienza impiantistica, accumulata in oltre trent’anni di attività nel trattamento di reflui industriali, pone Depur Padana Acque nella condizione di poter proporre molteplici soluzioni (impianti funzionanti in continuo, con by-pass, per la prima pioggia, ecc…) tali da far fronte alle diverse richieste del mercato, anche in relazione all’estensione dell’area coinvolta nel dilavamento ed in funzione della Normativa Regionale in vigore.

Depur Padana Acque, a dimostrazione della competenza assoluta in materia di trattamento delle acque, vanta contratti di fornitura con le principali Società Petrolifere operanti nel territorio nazionale come: ENI, Q8, TOTALERG, API e Tamoil.

Desideri ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi?
contattaci